Dieta LeBootcamp di Valèrie Orsoni: ultima tendenza per dimagrire

Lebootcamplogo1

Valèrie Orsoni è una fitness-coach francese che è venuta alla ribalta per la recente stesura del libro (pubblicato anche in Italia): “LeBootcamp”, in cui propone la sua personale dieta per dimagrire rapidamente riportando, a suo dire, risultati duraturi nel tempo.

La dieta in questione è stata elaborata con un team di nutrizionisti che ha puntato ad abbracciare non solo il lato alimentare ma anche quello che è l’aspetto motivazionale e del cambiamento psicologico del soggetto.

Sono tre, quindi, gli aspetti curati nel libro: 1) piano alimentare; 2) esercizio fisico; 3) aspetto psicologico.

Per quanto riguarda l’aspetto nutrizionale, la dieta LeBootcamp prevede, quindi, 4 fasi:

  1. Fase detox: due settimane in cui si inseriscono dieci cibi “depurativi” all’interno di menù equilibrati. Si perde peso in fretta, eliminando le tossine.

    I cibi vietati sono: carne, latticini, lievito di birra, glutine e alcool, quelli permessi sono: grano saraceno, mela, carciofo, avocado, banana, barbabietola, crocifere, aglio, prugne secche, tofu.

  2. Fase attacco: durata variabile con obbiettivo scendere i chili più difficili e migliorare lo stato di cellulite. Questa fase termina quando si è perso il 75% del peso da smaltire. Si consumano fino a 7 alimenti detox e cibi vietati sono: alcool, glutine, lievito, uova, salse ricche, prodotti contenenti zucchero, carne e latticini.

  3. Fase Booster: dura una settimana in cui si accellera e si rifinisce il dimagrimento. I cibi vietati sono: glutine, lievito, latticini, carne e alcool. Vengono introdotte le spezie.

  4. Fase di equilibrio: stabilizza il peso perso e si introducono cereali integrali, verdure, frutta.

In più: ogni mattina bisogna bere un infuso detto Sobacha, a base di grano saraceno tostato.

Sul fronte dell’esercizio fisico, invece, vengono indicati una serie di esercizi, anche per principianti, con intensità e numero di ripetizioni crescente.

Non è possibile non applicare l’esercizio fisico alla dieta.

Per chi non può andare in palestra, sono indicati una serie di esercizi di micro-gym, ossia movimenti da fare, in qualsiasi momento della giornata, che servirebbero a mantenere in attività il corpo (per es. mentre ci si lava i denti o mentre si cammina).

Fondamentale è anche la regolazione del sonno: bisogna andare a letto entro le 22, assicurandosi le classiche 8 ore di sonno e effettuare una serie di esercizi di rilassamento e di respirazione fin dal mattino .

Riguardo al terzo punto, l’aspetto psicologico: viene molto accentuato il senso di rivincita e di rinnovamento, puntando al convincimento della persona sulle proprie capacità e tutto ciò avviene tramite abbinamento della dieta con la giusta dose di fitness, che è parte integrante e irrinunciabile del programma.

L’autrice del libro basa la sua esperienza su esperienza personale, essendo una ex obesa che ha provato moltitudini di diete, riprendendo puntualmente tutti i chili persi.

La dieta LeBootcamp stilata sarebbe pensata prevalentemente per un pubblico femminile, con menù svelti e poco impegnativi e senza eccessive restrizioni psicologiche.

Il parere della nutrizionista:

La dieta “LeBootcamp” non apporta novità nel panorama generale del dimagrimento metabolico. Le quattro fasi proposte ricordano le alternanze alimentari (anche nel nome) delle diete chetogeniche (per es. Dukan) ma ciò che, in sostanza, viene proposto non è molto differente da ciò che normalmente si raccomanda in qualsiasi dieta intrapresa: attività fisica, limitazione dei cibi più dannosi e forza di volontà nel non tornare alle vecchie abitudini.

La vita salutare proposta con regolazione del sonno, dell’attività fisica e il perdurare di queste condizioni fanno parte dello stile di vita professato da sempre da qualsiasi specialista.

Come sempre, il consiglio è guardare più al di là della semplice dieta per smaltire chili di troppo, abbracciando una visione globale del problema obesità e non solo il tempo strettamente necessario per perdere quello che serve, per poi tornare come ad abitudini deleterie che, anche seguendo questa dieta, porterebbero a riprendere tutti i chili persi.

Scarica il mio ebook
Mi chiamo Sarah di Lauro e sono una Biologa Nutrizionista regolarmente iscritta all'Ordine Nazionale dei Biologi

Da anni mi occupo di nutrizione e benessere a 360°

Oltre alle consulenze in studio a Salerno, Roma, Milano, Bologna e a distanza collaboro attivamente con diverse testate giornalistiche come Elle.it e sono intervenuta in trasmissioni radio-televisive come A Conti Fatti, Radio Prima Rete e con diverse interviste su media tradizionali e online.

Ho scritto per te un ebook, totalmente gratuito, con tanti utili suggerimenti e guide su come dimagrire, mangiare correttamente e vivere meglio.

Se ne vuoi una copia scrivi la tua email qui in basso e la riceverai nell'arco di poche ore.

Se invece vuoi maggiori informazioni sulle consulenze clicca qui per contattarmi







Dieta LeBootcamp di Valèrie Orsoni: ultima tendenza per dimagrire ultima modifica: 2015-03-11T15:21:43+00:00 da Dietaok.it