Centrifugati, frullati o estratti: caratteristiche e scelta migliore per dissetarsi

succo frutta spiaggia dietaok estate 2016

Con l’arrivo dell’estate è piacevole sfruttare la grande scelta di frutta e verdura a disposizione per preparare bibite naturali e dissetanti, dotate di effetto rinfrescante ma anche depurativo per eliminare le scorie in eccesso. Tuttavia la distinzione tra centrifugati, frullati ed estratti non è semplice, cerchiamo di capirne le caratteristiche per una scelta più consapevole.
Grazie alla grande attenzione che si sta imponendo sulla qualità del cibo consumato, si comincia ad avere anche una maggiore consapevolezza sull’importanza dei metodi di preparazione e cottura del cibo, i quali hanno un ruolo importante nel mantenere integre le proprietà dell’alimento.
D i contro, visto il caldo dell’estate, anche la preparazione di una semplice bevanda rinfrescante, può generare dubbi e perplessità, alla luce della diffusione di centrifughe, frullatori ed estrattori dalle più diverse caratteristiche.

Considerata la tendenza comune a voler perdere i liquidi in eccesso e a dimagrire eliminando le scorie dall’organismo, cosa conviene scegliere, quindi, per ottenere una bevanda fresca e depurativa?
E’ davvero possibile ottenere la miscela “perfetta”:  un succo disintossicante, drenante e nutritivo?
Caratteristiche del centrifugato:

Centrifuga

A differenza del frullatore o dell’estrattore, la centrifuga consente di ottenere un succo del tutto purificato dalla polpa e dalle fibre presenti nell’alimento, permette inoltre di ottenere dei succhi misti di frutta e verdura, anche non spremibili, con la caratteristica di essere rapidamente digeribili e assimilabili da stomaco e intestino. Il meccanismo di funzionamento prevede la rotazione vorticosa di una grattuggia che sminuzza i componenti della frutta o verdura mentre il succo viene separato dalla polpa tramite un’apposita componente della macchina, in modo che rimanga solo il succo.
E’ possibile centrifugare un alimento il cui succo potrà essere miscelato con altri per formare delle bevande disintossicanti. Inoltre, è possibile estrarre il succo anche da verdure o frutti resistenti, che normalmente non vengono utilizzate.
Le uniche note negative della centrifuga sono nel fatto che vengono perse le proprietà minerali, le vitamine e le fibre degli alimenti scelti ma in compenso, il succo è omogeneo e tollerato anche dagli stomaci più delicati.

Clicca qui per conoscere le ricette per centrifugati dietetici e drenanti!

Caratteristiche frullatore:

Frullatore

Il frullatore è un apparecchio dotato di due lame rotanti che sminuzzano il cibo, lasciando nel preparato che si ottiene sia la polpa che il succo. Questo lo rende completo dal punto di vista nutrizionale in quanto rimane intatto il contenuto in fibre dell’alimento scelto. Anche per questo motivo si preferisce aggiungere al preparato acqua o latte, per evitare una eccessiva densità del frullato che può risultare troppo povero di nutrienti e difficilmente bevibile.
L’aspetto positivo dei frullati è che per la loro densità donano un immediato senso di sazietà, possono essere arricchiti da acqua, latte, yogurt ecc. e possono anche essere insaporiti dall’aggiunta di spezie e aromi.
Gli unici aspetti negativi sono dovuti all’aria che rimane intrappolata nelle particelle del frullato e il quantitativo di fibre che non vengono eliminate. Questi fattori possono rendere il frullato di lenta digestione.

Caratteristiche dell’estrattore:

Estrattore

L’estrattore è una macchina che si sta diffondendo molto negli ultimi tempi e che consente di ricavare un vero e proprio estratto del frutto o della verdura scelti, tramite l’azione della forza pressoria, lavorando a un numero di giri e di potenza minore rispetto a frullatori e centrifughe.
L’apparecchio è dotato di un congegno in plastica che pressa l’alimento su un filtro di acciaio, il tutto poi viene filtrato in modo da separare un succo limpido e puro, dalla massa polposa di scarto.
Questo fa si che gli alimenti non vengano riscaldati né sminuzzati e che le proprietà molecolari rimangano intatte, a discapito però della componente in fibra e vitamine che viene persa.
Ne viene fuori un succo dissetante e ricco di zuccheri, molto leggero da digerire e dissetante ma povero a livello nutrizionale. Inoltre non influisce in modo apprezzabile sul senso di fame.

Clicca qui per scoprire le migliori ricette dissetanti!

Scarica il mio ebook
Mi chiamo Sarah di Lauro e sono una Biologa Nutrizionista regolarmente iscritta all'Ordine Nazionale dei Biologi

Da anni mi occupo di nutrizione e benessere a 360°

Oltre alle consulenze in studio a Salerno, Roma, Milano, Bologna e a distanza collaboro attivamente con diverse testate giornalistiche come Elle.it e sono intervenuta in trasmissioni radio-televisive come A Conti Fatti, Radio Prima Rete e con diverse interviste su media tradizionali e online.

Ho scritto per te un ebook, totalmente gratuito, con tanti utili suggerimenti e guide su come dimagrire, mangiare correttamente e vivere meglio.

Se ne vuoi una copia scrivi la tua email qui in basso e la riceverai nell'arco di poche ore.

Se invece vuoi maggiori informazioni sulle consulenze clicca qui per contattarmi







Centrifugati, frullati o estratti: caratteristiche e scelta migliore per dissetarsi ultima modifica: 2016-06-12T07:51:24+00:00 da Dietaok.it